Home Associazione Links Contatti
     
Editoriale Dottrina Giurisprudenza Convegni Segnalazioni
Segnala questo articolo Versione Stampabile Scaricare File

Corte Costituzionale, Ordinanza n. 288 del 14 luglio 2006 sulla disciplina dei rottami ferrosi e Testo Unico Ambientale

Rottami ferrosi e non ferrosi: la CORTE COSTITUZIONALE sottolinea i nuovi requisiti aggiuntivi che , rispetto alla legislazione previgente, circoscrivono la portata del concetto di “materia prima secondaria per attività siderurgiche e metallurgiche”, ai sensi del T.U. ambientale (D. Lgs 152/2006)

Rottami ferrosi e non ferrosi: la CORTE COSTITUZIONALE sottolinea  i nuovi requisiti aggiuntivi  che , rispetto alla legislazione previgente, circoscrivono la portata del concetto di “materia prima secondaria per attività siderurgiche e metallurgiche”,  ai sensi del T.U. ambientale (D. Lgs 152/2006) ; eppertanto rinvia gli atti ai giudici remittenti per una nuova valutazione sulla rilevanza e non manifesta infondatezza delle questioni sollevate “alla luce dello jus superveniens”. (Cfr. gli ultimi 6 paragrafi dell’ordinanza).

Va sottolineato che in tal modo, la Corte attira l’attenzione dei giudici a quibus sulle disposizioni specifiche introdotte dal T.U. allo scopo di ridurre l’ambito della prevista eccezione alla nozione di rifiuto.

F.G.

Ordinanza della Corte Costituzionale

Cfr., in senso analodo, l’ordinanza n. 458/2006 della Corte Costituzionale sulla nozione generale di rifiuto ai sensi del Testo Unico Ambientale



Segnala questo articolo Versione Stampabile Scaricare File

Associazione Giuristi Ambientali
tel. 06/87133093 - 06/87133080
Informativa privacy
powered By Diadema Sinergie