Home Associazione Links Contatti
     
Editoriale Dottrina Giurisprudenza Convegni Segnalazioni
Segnala questo articolo Versione Stampabile Scaricare File

Quali criteri di imputazione per i reati ambientali per le persone giuridiche?

Andrea Quaranta

Con l’introduzione della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica per i reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio, il diritto penale economico (e, in seguito, anche il diritto penale ambientale) ha subito una nuova evoluzione che, tuttavia, e salvo rare eccezioni, è stata caratterizzata più da una disorganica stratificazione di norme che da un coerente ed autorevole impianto normativo volto a raggiungere gli obiettivi che, con quella normativa, il legislatore si era prefissato. Uno degli aspetti più controversi ha riguardato (e riguarda) proprio l’esatta individuazione del perimetro definitorio dei concetti di interesse e di vantaggio, di cui all’art. 5 del DLGS n. 231/01: cosa si (deve) intende(re) per interesse, e cosa per vantaggio?


Segnala questo articolo Versione Stampabile Scaricare File

Associazione Giuristi Ambientali
tel. 06/87133093 - 06/87133080
Informativa privacy
powered By Diadema Sinergie