Home Associazione Links Contatti
     
Editoriale Dottrina Giurisprudenza Convegni Segnalazioni
Segnala questo articolo Versione Stampabile Scaricare File

Cass. Sez. III sent. n. 2875 del 25/01/2007. Attività rumorose

Rapporti tra l’illecito penale ex art. 659 c.p. e l’illecito amministrativo previsto dalla legge quadro n. 447/1995

Con l’emanazione della legge quadro sull’inquinamento acustico del 26 ottobre 1995 n. 447, la condotta - proveniente non solo da una fonte produttiva - di superamento dei limiti di accettabilità delle emissioni sonore, stabiliti a norma di detta legge, integra gli estremi di un illecito amministrativo, per cui la condotta relativa proveniente dall’esercizio di mestieri rumorosi è stata depenalizzata. Ne consegue che la rilevanza penale della condotta prevista dal secondo comma dell’art. 659 c.p. non è stata del tutto eliminata bensì resta circoscritta alla violazione delle prescrizioni attinenti al problema della rumorosità ma diverse da quelle concernenti i limiti delle emissioni o immissioni sonore.

 

Per una ricca analisi delle recenti (e contrastanti) sentenze del Supremo Collegio, si rinvia al contributo di A. Montagna. Attività rumorose e superamento dei limiti di emissione: tra sanzionabilità penale e illecito amministrativo, pubblicato sulla rivista Ambiente & Sviluppo, n. 6/2007.

Sentenza n. 2875/2007

 



Segnala questo articolo Versione Stampabile Scaricare File

Associazione Giuristi Ambientali
tel. 06/87133093 - 06/87133080
Informativa privacy
powered By Diadema Sinergie